Sixth sense

Karissimi,

Ipotesi: dicono che il sesto senso un ce l’ha oppure non ce l’ha. Dato che non esiste una teoria scientifica che mi possa aiutare a provare l’ ipotesi di inizio frase. Questa sera alle ore 17:45 ora di Ha Noi ero nel mio ufficio a fare dello straordinario. Leggevo degli appunti che mi ero scritto per prepararmi ad un importante appuntamento telefonico per le ore 19:00 (ora locale), un colloquio di lavoro con Londra. Ero in fase di concentrazione, e scorrevo gli appunti scritti qualche giorno prima. Li scorreovo, ripassavo, mi preparavo alle domande che sarebbero venute di li a poco quando …. suona il telefono, un numero sul display che non riconosco, una voce lontana: “Skoppiato? Sei un Skoppiato! Ti skoppia la faccia! Sei in elicottero? Basmati, non ce la fai piu’!”… inutile dire chi era al telefono.

Per fortuna la comunicazione si e’ interrotta dopo un paio di minuti, nei quali non ho neppure tentato di intavolare una c onversazione dato che il fiume di parole dall’Italia me lo impediva.

Sono allora tornato ai miei appunti, cercando di riprendere la concentrazione che cercavo qualche minuto prima … ma la mia mente era altrove. A quest’estate. Agosto. Piu’ precisamente il 10. Agosto. Ore 11:42 ora di Tampere (Finlandia), mi trovo in una piccola aula dell’ Universita’, con me il supervisor della mia tesi di dottorato Prof. Tuomas Takala e il mio opponent Prof. Holger Daun. Siamo a 12 minuti dall’ inizio della difesa di dottorato. Nell’aula c’e’ silenzio. Poche parole di circostanza. La tensione sale. Il Prof. Daun ripensa alle domande e al suo discorso introduttivo. Il mio supervisor ripensa alla formula in latino di inizio. Io ripenso al mio discorso, alle domande che mi verranno fatte, al percorso per arrivare fino a qui. Il telefono e’ in tasca, funzione meeting. Lo prendo per spegnerlo, quando il display si illumina: ” nome xxx” calling! …. guardo il display la concentrazione se ne va. O meglio, sento senza rispondere una voce: “Skoppiato! Non ci stai piu’ dentro! Non ce la fai! Adesso che sei in Finlandia mangi renna o continui con il basmati!.

Non ce l’ho fatta a rispondere in quel momento. Ho respinto la chiamata al mittente e ho spento il telefono. Un respiro e via verso l’ aula della difesa.

Questa sera mi sono chiesto come e’ possibile? Come e’ possibile che le uniche due chiamate da nome XXX negli ultimi 5 mesi siano pervenute a pochi minuti da momenti topici e chiave. Forse il sesto senso esiste davvero e non e’ una questione di coincidenze. Come dice chi e’ nella ricerca, piu’ coincidenze fanno una ipotesi, che poi puo’ divenire una teoria.

Resto quindi in attesa di altre chiamate inmomenti chiave e posso gia’ dire che cosa sentiro’: “Basmati? Come va li’ nel Vietnam? Da che Ambasciatore sei stasera? Sei nella jeep pagata dai contribuenti? Sei nel workshop?”…. forse il sesto senso e’ venuto anche a me. Voi che ne dite?

Un saluto e buone feste,
Pello

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s